Ibrahimovic: «Giornalisti pagati per sparare merda»

MANCHESTER (INGHILTERRA) - La forma svanisce, ma la classe rimane. Zlatan Ibrahimovic ha dimostrato anche in questa sua nuova avventura inglese di essere un vero e proprio "highlander". Il campione svedese non sembra appassire, ma addirittura migliora di stagione in stagione, aggiungendo un particolare nuovo al suo stile di gioco. Il Manchester United ha deciso di dargli fiducia (e molti soldi) nonostante i suoi 35 anni e lui ha ripagato la società a suon di gol, diventando il vero leader della squadra. Ibrahimovic non ha peli sulla lingua e, forte delle sue prestazioni da fenomeno, ha risposto a tutti i suoi detrattori in un'intervista al Telegraph: «Le critiche mi danno un sacco di energie, credetemi. Un sacco di energia perché gli altri vengono pagati per sparare merda e io vengo pagato per giocare con i piedi, è per questo che mi piace».

ADESSO SI MANGINO LE PALLE - «Non ho rimpianti ad aver rimandato il trasferimento in Premier. Ogni anno i club inglesi mi chiamavano, ma io volevo venire quando tutti mi avrebbero ritenuto troppo vecchio. Io sono molto felice e spero che la squadra possa continuare la cavalcata. Io mi sento bene, non so quanti anni mi rimangano nel calcio, ma io mi sto divertendo. Sono arrivato in Premier e nessuno pensava che me la potessi giocare, ma come al solito gli ho fatto mangiare le palle».

POSSIAMO ANCORA VINCERE IL TITOLO - «Possiamo ancora vincere il titolo. Non abbiamo mai perso in dieci partite, se le altre squadre dovessero sbagliare... chi lo sa?» Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...