Old Firm, Rangers-Celtic 1-2: grande rimonta dei campioni di Scozia

ROMA - Un bellissimo Old Firm, un risultato giusto: Rangers-Celtic 1-2, i campioni di Scozia volano a +19 in classifica dai rivali (avendo giocato pure una partita in meno), e consolidano così un primo posto da tempo fuori discussione nella Scottish Premier League. Una gara spettacolare quello andato in scena questo pomeriggio ad Ibrox Park, casa della parte protestante di Glasgow, con tante occasioni per entrambe le squadre e un grande ritmo di gioco, favorito dall'arbitraggio deciso ma non invadente del direttore di gara McLean, che alla fine del primo tempo darà addirittura 6 minuti di recupero.

LA CRONACA - Il derby più antico del mondo si era messo bene per i padroni di casa, in vantaggio al 12esimo minuto con Kenny Miller. I Rangers sembrano a quel punto aver dato una direzione alla partita, ma al 15' si vedono costretti già al primo cambio per l'infortunio di Garner, sostituito da Waghorn. Il Celtic allora mette in campo tutta la sua forza da capolista del torneo, e al minuto 33' arriva il pareggio di Moussa Dembele, senza dubbio il migliore in campo del match.

Nel secondo tempo salgono decisamente in cattedra i campioni di Scozia, legittimando quello che sarà poi il risultato finale. È Dembele, che colpisce anche una traversa, a guidare gli attacchi degli uomini di Brendan Rodgers, ma anche Armstrong e Scott Sinclair sono attivissimi. Proprio quest'ultimo, dopo tante chance negate dalla grande prestazione del numero uno di casa Foderingham, realizza al minuto 70' la rete del definitivo 1-2 con un tap in a portiere battuto. A dieci dalla finale l'ultima, e unica, vera palla del pareggio per i Rangers è sui piedi ancora di Miller, ma la palla sfiora soltanto il palo.

Alla fine, è grande esultanza della tifoseria ospite, che festeggia l'inizio del nuovo anno con il secondo derby vinto in questo campionato, dopo aver letteralmente dominato quello dell'andata al Celtic Park per 5-1. Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...