Fiorentina di rigore: Bernardeschi batte il Chievo al 90'

ROMA - E' la Fiorentina la seconda squadra a guadagnarsi l'accesso ai quarti di finale di Coppa Italia: la formazione allenata da Sousa è infatti riuscita a imporsi 1-0 sul Chievo di Maran, raggiungendo il Napoli che ieri aveva battuto lo Spezia. Decisivo il rigore fischiato da Celi alla Fiorentina in pieno recupero, con Bernardeschi che dal dischetto regala così il passaggio di turno ai suoi nonostante una partita opaca della formazione toscana, incapace di imporre il proprio gioco nonostante l'espulsione di Radovanovic a fine primo tempo, equilibrata poi al 71' da quella di Zarate.

1° TEMPO - Prima frazione poco spettacolare, con la Fiorentina, all'esordio nell'anno solare, che fatica ad affondare il colpo e il Chievo che evita di scoprirsi troppo per non concedere spazio agli attaccanti avversari. Al 3' la prima occasione, con Zarate che riceve un tocco di Kalinic a centro area e prova a mettere il destro a giro: palla che sfiora il palo. Il Chievo a sua volta ci prova con Floro Flores, che al 10' riceve palla in area ma calcia male, e con Inglese, che al 19' controlla un pallone respinto dalla difesa e cerca il primo palo, calciando però a lato. La sveglia arriva però sul finale della prima frazione: al 48' Radovanovic atterra Tomovic, guadagnandosi il secondo cartellino giallo e lasciando quindi il Chievo in 10 per tutto il secondo tempo. A battere il calcio di punizione va Bernardeschi, che di sinistro trova una clamorosa traversa proprio sul fischio di fine primo tempo dell'arbitro Celi.

2° TEMPO - Nella ripresa Maran corre ai ripari inserendo Gamberini al posto di Floro Flores, ma l'assalto della Fiorentina ha inevitabilmente inizio: al 50' infatti la formazione allenata da Sousa arriva letteralmente a pochi centimetri dal gol, con Chiesa che penetra in area dalla sinistra e prova a metterla al centro, dove però una deviazione di Sorrentino porta il pallone a rimbalzare sulla linea di porta prima di essere rinviata da Spolli. Sulla ribattuta si avventa Kalinic, che però da centro area calcia altissimo. Il Chievo dopo le iniziali difficoltà, cerca di reagire al 67' con Bastien che calcia da fuori, sfiorando il palo alla destra di Tatarusanu. Al 71' altro episodio chiave: Zarate entra in scivolata dal dietro su Bastien e Celi estrae il rosso diretto, riequilibrando quindi la situazione. I clivensi cominciano a crederci e al 75' hanno l'occasione del vantaggio: Gobbi crossa sul secondo palo e Castro da ottima posizione va allo stacco, schiacciando a terra però il pallone e permettendo quindi a Tatarusanu di intervenire.

RIGORE E PROTESTE - All'86' ancora il Chievo: Izco avanza sulla destra fin dentro all'area ma al momento del tiro opta per un passaggio al centro che viene neutralizzato dalla difesa della Fiorentina, che nonostante gli innesti di Ilicic e Cristoforo fatica a rendersi pericolosa. Al 90' proprio Ilicic ci prova direttamente su calcio di punizione, ma il sinistro teso viene allontanato coi piedi da Sorrentino. Nel finale però arriva l'episodio decisivo: al 91' Bernardeschi cade in area per un contatto con Gobbi e Celi non ha dubbi, assegnando il calcio di rigore alla Fiorentina tra le proteste dei giocatori del Chievo. A battere va lo stesso Bernardeschi che dal dischetto non sbaglia, regalando la vittoria ai suoi.

QUARTI COL NAPOLI - La Fiorentina avanza quindi ai quarti e affronterà proprio il Napoli di Sarri il prossimo 25 gennaio alle 21, col match che si terrà al San Paolo in virtù del miglior posizionamento dei partenopei nel ranking della competizione. Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...